SEI IN > VIVERE FORLì > CRONACA
articolo

Litiga con la moglie e la aggredisce, poi fugge: arrestato

2' di lettura
40

Litiga e aggredisce la moglie poi fugge in auto, raggiunto e arrestato dai carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Forlì. Sono questi i contorni della vicenda che hanno coinvolto, la scorsa serata, una giovane coppia di stranieri, lei 40enne e lui 26enne.

La donna, aggredita dall’uomo per motivi economici, si è rifugiata in bagno da dove è riuscita a chiamare il numero di emergenza “112”. La centrale operativa del Comando Arma di viale Mazzini ha inviato subito sul posto due pattuglie ma l’uomo, intuendo la richiesta d’aiuto della donna, si è dato a precipitosa fuga con la sua auto. Le ricerche del mezzo, sono state diramate a tutte le pattuglie in circuito nell’area cittadina e dopo qualche ora di intense ricerche, il giovane è stato intercettato da una pattuglia della Stazione CC di Forlì mentre, a bordo della sua utilitaria, percorreva viale Bologna.

L’uomo, innanzi all’ALT intimato dai militari, ha forzato il posto di blocco, è così scaturito un inseguimento per le vie cittadine, per fortuna con scarso traffico vista l’ora notturna. Raggiunto da una gazzella della Sezione Radiomobile, è stato bloccato mentre provava a dileguarsi a piedi per le vie cittadine. L’uomo è stato denunciato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, oltre che per maltrattamento in famiglia ai danni della moglie a favore della quale è stata attivata la procedura del c.d. “codice rosso”.

Espletate le formalità di rito, l’uomo è stato condotto in carcere, perché colpito tra l’altro, da un ordine di carcerazione per reati commessi in passato. In questo caso l’intervento dei carabinieri, per fortuna, è stato risolutivo di un problema di violenza di genere che sempre più spesso riempie le prime pagine dei giornali. Il Comando Arma di viale Mazzini invita tutte le donne, vittime di violenze, a presentare subito denuncia ed evitare così che talune situazioni possano incancrenirsi oltremisura e rendere difficile, se non tardivo, l’intervento delle autorità.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di Vivere Forlì.
Per Telegram cercare il canale @vivereforli o cliccare su https://t.me/vivereforli
Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/vivereforli/ e Twitter: https://twitter.com/VivereForlì


Questo è un articolo pubblicato il 06-05-2024 alle 09:56 sul giornale del 07 maggio 2024 - 40 letture






qrcode