SEI IN > VIVERE FORLì > CRONACA
articolo

Si spaccia per la figlia per truffare un’anziana, denunciato 23enne

1' di lettura
16

Il 5 aprile, a conclusione di una articolata attività d’indagine, i carabinieri della Stazione di Ronco hanno denunciato un cittadino straniero di 23 anni residente nel partenopeo, per truffa ai danni di persona anziana.

Lo scorso gennaio, la donna veniva contattata tramite applicativo Whatsapp da un’ignota persona che, spacciatasi per la figlia, la informava di avere perso i propri documenti ed il proprio bancomat. Convinta dall’ignota interlocutrice, la vittima ha effettuato una ricarica per un importo di circa mille euro, accreditandolo su una carta di pagamento, come da istruzioni ricevute da chi riteneva essere la figlia.

Dopo qualche giorno, la donna ha ricevuto la visita della figlia che, con sgomento, ha ascoltato il racconto dell’anziana madre, smentendole che fosse stata lei stessa a chiederle del denaro. Le donne, chiariti i contorni della vicenda, si sono recati al Comando Stazione dei carabinieri di Ronco per formalizzare la denuncia.

Le indagini condotte per qualche mese dai militari, hanno consentito di risalire all’identificazione di un cittadino straniero di 23 anni, risultato non nuovo alla commissioni di simili reati. Il Comando Provinciale dell’Arma di Corso Mazzini, invita le vittime a formalizzare denuncia per simili truffe e a diffidare di soggetti che richiedono versamenti di denaro a nome di figli e parenti, se non dopo aver verificato personalmente attraverso i propri cari o magari tramite l’utenza di emergenza “112” la veridicità delle richieste.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di Vivere Forlì.
Per Telegram cercare il canale @vivereforli o cliccare su https://t.me/vivereforli
Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/vivereforli/ e Twitter: https://twitter.com/VivereForlì


Questo è un articolo pubblicato il 16-04-2024 alle 11:18 sul giornale del 17 aprile 2024 - 16 letture






qrcode