SEI IN > VIVERE FORLì > ATTUALITA'
lancio di agenzia

“Bella sì, ma costa troppo e fa pagare l’acqua”, studenti contestano nuova mensa a Forlì

1' di lettura
46

FORLÌ- Bella 'Volume', la nuova caffetteria nel campus universitario di Forlì: ha tavoli di legno, piante, illuminazione naturale, ma i prezzi "non sono accessibili".

Senza contare che l'acqua è a pagamento e in bottiglie di plastica, mentre "ci vorrebbero distributori di acqua gratuiti", che i pasti "dovrebbero tenere conto di intolleranze e diete", e serve "un sistema di convenzioni che permetta a chi percepisce borse di studio di beneficiare del diritto allo studio". Sono le ragioni che hanno spinto Udu, il sindacato studentesco, a organizzare un presidio davanti alla nuova mensa sovvenzionata da Er.go e aperta dieci giorni fa. Che, appunto, per gli studenti costa troppo, anche a fronte di "un insufficiente contributo finanziario da parte dell’Ente regionale per il diritto allo studio". Gli studenti del sindacato sono convinti dunque di trovarsi di fronte a "un'ingiustizia", perché chi ha una borsa di studio "deve tranquillamente continuare ad avere sconti sui pasti, sconti che già lo scorso anno accademico risultavano insufficienti".

Inoltre devono esserci "più locali convenzionati nei quali poterli spendere". Le carte sono dunque sul tavolo, proseguono gli studenti Udu che avvisano: "Se non verremo ascoltati non ci fermeremo e continueremo a mobilitarci fin quando la nostra voce non sarà troppo forte per poter essere ignorata". Il diritto allo studio "è intoccabile e non può in alcun modo essere subordinato a logiche di mercato", concludono da Udu.



Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 21-10-2022 alle 14:20 sul giornale del 21 ottobre 2022 - 46 letture






qrcode