Sport: La Termoforgia deve accontentarsi della finalina, vince Forlì 88-82

3' di lettura 23/09/2017 - Per l’ultimo week end di amichevoli, in vista dell’esordio di domenica 1 ottobre, tempo di prove generali all’Ubi Bpa Sport Center di Jesi, in occasione della seconda edizione del torneo “Le Marche a Canestro”, al quale partecipano VL Pesaro, Montegranaro, Termoforgia Jesi  e Unieuro Forlì.

Jesi e Forlì si sono incontrate per dare vita alla seconda semifinale, entrando, per quello che si è visto, già nel clima campionato. Si è infatti trattato di una vera partita, con toni agonistici non esasperati, nella quale, però, nessuna delle due avversarie, ci teneva a perdere.

Coach Cagnazzo non ha certo snobbato l’impegno, però ha dato l’impressione di non esasperare la sua squadra, permettendosi il lusso di provare qualche soluzione di gioco: se è vero che si parlava di un possibile utilizzo con il contagocce per Hasbrouck, tornato in palestra 3 giorni prima della partita, dopo un lieve infortunio, ha deciso, al contrario, di metterlo subito in campo, proponendo Massone, al posto di Brown.

La Termoforgia parte con il piglio giusto, mettendo in difficoltà la squadra avversaria, con il suo gioco veloce: la Unieuro si carica subito di falli, Castelli e Naimy presto a quota due falli e bonus esaurito dopo appena 4'26”.

Tra l’altro Jackson e Naimy fanno mancare il loro apporto di punti e sono gli italiani, se non addiritttura le seconde linee a tenere a galla la squadra di Valli; dopo il -8 è proprio l’ex Fallucca a ridurre le distanze con una tripla e lo stesso fa Bonacini in chiusura di primo quarto.

Il secondo quarto è ancora più equilibrato, con la Termoforgia sempre avanti con vantaggi contenuti e la Unieuro a cercare di rimanere in partita e lo stesso è stato confermato nel terzo quarto, vissuto senza sussulti.

La partita è invece cambiata, forse inaspettatamente, nell’ultimo periodo, quando nella Unieuro è salito in sella Naumy, che ha caricato sulle proprie spalle la sua squadra, segnando i punti decisivi, ben 13 su 25, mandando fuori giri Brown.

Complessivamente non si è vista una bella Termoforgia, che ha avuto poco dagli americani, appena 24 punti sugli 82 totali, che ha sofferto parecchio a rimbalzo, concedendo all’Unieuro 12 rimbalzi offensivi, che si sono tradotti in ben 17 punti da seconda opportunità.

Insomma, si poteva fare molto meglio: di positivo, potremmo comunque sottolineare le prove di Massone e soprattutto di Marini, l’indiscusso mvp di stasera.

Nell’altra semifinale la Poderosa Montegranaro ha strapazzato la VL Pesaro, 71-59, guadagnando la finale, pertanto domani, domenica 24 sono previsti i seguenti incontri:

ore 18,00 finale 3° posto Termoforgia Jesi-VL Pesaro

ore 20,00 finale 1° posto Unieuro Forlì-XL Extralight Montegranaro

La nota più negativa riguarda però l'affluenza di pubblico: evidentemente distratti dalla fiera dedicata al patrono San Settimio, i tifosi di casa hanno disertato la serata. Non è un bel segnale, considerando che la campagna abbonamenti sta procedendo un po' a rilento.

Eppure la società ha fatto davvero il massimo, allestendo una squadra piuttosto competitiva.

TERMOFORGIA JESI – UNIEURO FORLI’ 82-88 (20-15; 24-24; 20-24; 18-25)

Termoforgia Jesi:. Hasbrouck 15, Valentini ne, Brown 9, Montanari ne, Quarisa 5, Piccoli 3, Rinaldi 10, Mwannanzita ne, Massone 3, Iheidhoa 10, Marini 27. All.: Cagnazzo.

Unieuro Forlì: Di Liegro 20, Castelli 10, Fallucca 5, Naimy 19, Campori 2, Jackson 8, Gellera, Bonacini 5, Severini 11, Koite Thiam ne, De Laurentiis 8. All.: Valli.

Arbitri: Pierantozzi di Ascoli Piceno, Pazzaglia di Pesaro, Lanciotti di Porto San Giorgio.






Questo è un articolo pubblicato il 23-09-2017 alle 23:51 sul giornale del 25 settembre 2017 - 315 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNjg